MC77 – Birrificio Artigianale

Il birrificio di Cecilia e Matteo

Matteo Pomposini e Cecilia Scisiani del birrificio artigianale MC77

MC77 è un birrificio artigianale che si trova a Caccamo di Serrapetrona, in provincia di Macerata. Nasce dalla passione di Cecilia Scisciani e Matteo Pomposini per la birra artigianale.
«Durante gli anni di studio universitari trascorsi a Roma, qualche fortuito assaggio ci fa innamorare dei profumi inaspettati di luppolo e lievito e del gusto incredibilmente vario che “le birre” riescono a dare – raccontano i due ragazzi nel sito http://www.mc-77.com/ – Con il tempo quell’interesse nato quasi per caso è diventato sempre più un chiodo fisso, tanto che molte delle nostre esperienze hanno iniziato ad avere come filo conduttore la nostra amata bevanda, i libri sul comodino, le uscite, i viaggi e molto altro ancora. Contemporaneamente siamo venuti in contatto con l’homebrewing e per anni ci siamo divertiti a giocare con pentoloni e materie prime; sempre più frequentemente accadeva infatti che il venerdì sera ci mettessimo in macchina per raggiungere il nostro birrificio-casalingo e che, lasciate Roma e la settimana lavorativa alle nostre spalle, iniziassimo a parlare di birra e della cotta del giorno successivo».
Perchè il nome MC77? Per rendere omaggio alla strada statale 77 della Val di Chienti, lungo la quale il progetto di Cecilia e Matteo si è concretizzato.
Nel 2014 la loro Fleur Sofronia – una libera interpretazione di una Blanche belga in cui la speziatura classica si arricchisce di fiori di ibisco interi di origine nord africana – si era aggiudicata la medaglia d’oro al concorso internazionale  Brussels Beer Challenge e nel 2016 i due hanno vinto il premio Birraio dell’anno nella categoria Emergente. Nel 2018 sono stati i vincitori della categoria 4 – birre chiare e ambrate, alta fermantazione, basso grado alcolico di ispirazione anglosassone – della tredicesima edizione di Birra dell’Anno 2018, il più importante concorso brassicolo nazionale organizzato dall’associazione di categoria Unionbirrai. A trionfare è stata la loro Bastogne, birra ambrata caratterizzata dalla presenza massiccia di luppoli americani utilizzati in varie fasi del processo di produzione

Cosa vedere a Caccamo di Serrapetrona e dintorni

La località è nota per il lago artificiale creato nel 1954 dalla società pubblica Enel, in seguito allo sbarramento del fiume Chienti, con lo scopo di fornire energia elettrica a Serrapetrona e ai comuni vicini. Il lago, conosciuto come “di Caccamo”, è chiamato anche “lago di Pievefavera” o “lago di Borgiano”, a causa della vicinanza con le frazioni omonime. Pievefavera, così come la vicina Serrapetrona, nota per la vernaccia, rappresentano due piacevoli luoghi da visitare. Il lago si trova lungo la valle del fiume Chienti ed è visibile dalla superstrada che collega Civitanova Marche a Muccia.
L’attività principale svolta sul lago di Caccamo è la pesca, ma vengono praticati anche sport come il canottaggio, di cui si disputano anche alcune gare. Caccamo sul lago è molto frequentato nel fine settimana, soprattutto di domenica, quando si tiene il tradizionale mercato, ma anche per gite all’insegna del relax.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.